LA VORAGINE DEI DERIVATI

Qui l’articolo che presenta il libro “La Voragine”: resoconto dei derivati per 47 miliardi di euro, sottoscritti dal governo italiano da Monti in poi, a favore di Morgan Stanley.

Leggi tutto »

Dal blog ORIZZONTE48 di Luciano Barra caracciolo

Le cose precipitano, ma… meglio non farsi illusioni.

http://orizzonte48.blogspot.it/2016/09/le-cos-prcipitanopercio-il-piano-va.html

Leggi tutto »

Dal blog ORIZZONTE48 di Luciano Barra Caracciolo

“L’inciviltà al potere” e i nemici della sovranità (da Einaudi in poi…) http://orizzonte48.blogspot.it/2016/09/lincivilta-al-potere-di-certi-politici.html

Leggi tutto »

Dal Blog ORIZZONTE48 di Luciano Barra Caracciolo

Un post da leggere e rileggere. http://orizzonte48.blogspot.it/2016/09/il-trilemma-de-leuro-non-e-il-problema.html

Leggi tutto »

REPETITA IUVANT…

Sono cose che ho già detto e scritto varie volte, ma un ripassino ogni tanto ci vuole… specialmente oggi.

La differenza fra Brexit (da UE) ed €exit (da UEM) è che per attuare la prima ci vogliono anni, la seconda si realizza da un giorno all’altro. Uscendo da €zona, l’Italia (e la Francia, Spagna, Portogallo, ecc.) potrebbero immediatamente fare spesa in deficit (senza rispettare l’assurdo limite del 3% che ci impone l’appartenenza all’€zona) e salutare il fiscal compact, finanziando la spesa pubblica necessaria (per opere quali infrastrutture, …

Leggi tutto »

LUCIANO BARRA CARACCIOLO su Trattati UE, €urexit e Brexit.

https://youtu.be/cfFOOV105rM

Leggi tutto »

BREXIT: il D-day del nostro secolo.

23 giugno 2016. Siamo arrivati alla data del temutissimo voto sul referendum britannico, in cui gli Inglesi sono chiamati a scegliere se restare (remain) nell’Unione Europea o uscirne (leave).

I dibattiti televisivi e le testate giornalistiche nostrane affrontano ogni giorno il tema dal punto di vista europeo, divulgando le opinioni di vari economisti, politologi o esperti di altro genere, secondo la quasi totalità dei quali la Brexit sarebbe “una catastrofe” per l’Europa.

Poiché, come più volte si è sottolineato in questa ed altre sedi, l’informazione in …

Leggi tutto »

UN APPELLO PER L’ITALIA

Si avvicina il referendum costituzionale di ottobre e la pressione mediatica sulla nostra mente, tesa a legittimare la riforma voluta dall’UE attraverso Renzi, Napolitano e C. (ma soprattutto da Morgan Stanley) si fa sempre più forte. Assistiamo a vere e proprie epurazioni in stile fascista delle voci dissenzienti: rimosso Belpietro da Libero (si era schierato per il no), cancellato il programma di Porro “Virus” (dava troppo spazio ai contrari alla riforma), licenziato Giannini da Ballarò di raitre, per aver osato criticare duramente madame Boschi (dopo …

Leggi tutto »

L’INSOSTENIBILE DEBOLEZZA DELLA FANDONIA MAINSTREAM: “IL PROBLEMA E’ IL DEBITO PUBBLICO”.

1 marzo 2016

Dalla rassegna stampa di stamattina, come da quella di ogni giorno, piovono analisi ed editoriali che “spiegano” (malissimo) ai lettori inesperti perché la deflazione è un problema – ammettendo finalmente che lo è – giungendo poi, con avvitamenti logici dagli esiti del tutto risibili, che la soluzione è ancora una volta “ridurre il debito pubblico”, che sarebbe il nostro “vero cappio al collo”.

Per farla breve – ma non troppo – basterebbe spiegare che la deflazione, cioè il calo dei prezzi al consumo, è …

Leggi tutto »

SIRIA, ISIS, MIGRANTI: COSA ABBIAMO DAVVERO CAPITO?

Cosa abbiamo capito davvero della guerra in Siria, del dilagare dell’Isis, delle cause dell’ondata migratoria e dell’improvviso cambio di politica tedesca sull’accoglienza?

A mio avviso, poco, il che è assolutamente comprensibile vista la contraddittorietà, fumosità ed incompletezza dell’informazione massmediatica sui suddetti temi.

Tenterò di fare un po’ di ordine, o quantomeno di condividere con voi quello che io personalmente ho capito fino ad adesso.

1. SIRIA ED ISIS. La guerra in Siria ha avuto origine dalle cosiddette “primavere arabe“, cioè il periodo di “risveglio” delle …

Leggi tutto »